lunedì 22 marzo 2010

Son soddisfazioni

...
Pp: "Mamma, non ti voglio bene più, BASTA!"
G (ferita): "... e perchè?"
Pp: "Perchè sei brutta!"
G (annientata): "Ah... e perchè sono brutta?"
Pp: "PERCHE' NON HAI LE RUOTE."


Gemini si augura che il senso estetico di Piccoloprincipe evolva in fretta.

sabato 20 marzo 2010

Politically scorrect

...
Piccoloprincipe parlotta al suo telefonino. Poi attacca.

G: Amore, chi era?
Pp: Era Berlusconi.
G: Ah... e che gli hai detto?
Pp: Gli ho detto: "Attento a casa tua!"

Temiamo che abbia mandato dei sicari: si nutrono fondati sospetti su Alì il cane giallo, il Pollo Ballerino e l'Orso Nudo... è un po' che non si fanno vedere in giro.


NdG: questa surreale conversazione avveniva circa un anno fa; ma giacchè siamo in campagna elettorale...

giovedì 18 marzo 2010

Schifezze & dintorni

...
- Mamma, lo sai che Simone, quando fa la cacca, non gli va giù?
- In che senso?
- Non gli va giù... tira la catena, sale un pochettino di acqua, ma la cacca rimane lì...

- Mamma, lo sai che ieri Ludovica si toglieva le caccole e poi se le manzava?
- Ah... e tu che le hai detto?
- Le ho detto che non si manzano le caccole, e nemmeno la cacca e la pipì.

- Mamma, guarda, questo sembra marmellata, però è salato.
- Nano! Che cosa stai mangiando???
- Non so lo mamma, ma non ti preoccupare, non l'ho preso per terra. L'ho trovato dentro il mio orecchio.

Avrà pure l'aspetto di un angioletto caduto dal cielo, ma certe volte Piccoloprincipe ha delle ineffabili, abissali cadute di stile.

mercoledì 17 marzo 2010

La classica goccia

...
La dottoressa Teichitisi è la pediatra dei nanetti. Per Gemini è un punto di riferimento, ha sempre una risposta per tutto e quasi sempre anche una soluzione. La dottoressa Teichitisi a volte è fin troppo easy, per lei non c'è da preoccuparsi anche se Piccoloprincipe pesa meno oggi di quando aveva 2 anni, se lo Scricciolo è iperteso e se il Morbido ha il verme solitario. Ma almeno ci protegge dai nostri oceani di ansie da primofiglio, e anche da quelle per i seconditerzi.
La dottoressa Teichitisi il mese scorso ci aveva dato una cura ricostituente per Piccoloprincipe, e avremmo ora dovuto valutare il da farsi insieme; conosce le sue idiosincrasie e le sue genialità; aveva cominciato a conoscere anche i Piccoli e tra due mesi avrebbe testato su di loro uno svezzamento all'ultima moda, per evitare di incorrere negli stessi problemi del loro fratello grande.

Gemini non ha pianto quando, con due neonati in giro per casa, Piccoloprincipe si è beccato la dannata varicella; non ha pianto il pomeriggio in cui - non era ancora caduta l'ultima crosta - tornato a casa dall'asilo, Piccoloprincipe si è vomitato pure l'anima e ha dato il via alla stagione dell'influenza intestinale; non ha pianto quella famosa domenica in cui le prime bolle purulente sono comparse anche sul globoso addome del Morbido, e allo stesso tempo lo Scricciolo ha cominciato a scagazzare senza soluzione di continuità; non ha pianto neanche quando, sopravvissuti alla "settimana infernale" e tornato Piccoloprincipe all'asilo, dopo due giorni lo stesso è stato rispedito al mittente con una sospetta bronchitella che ha prontamente fatto assaggiare ai fratelli.

Ma ieri, quando ha chiamato lo studio pediatrico per un consulto e anche una coccola, con due intasati nanerottoli febbricitanti e il controllo periodico da fissare, quando le hanno detto che la dottoressa Teichitisi, cadendo, si è rotta il femore e sarà fuori gioco a tempo indeterminato, Gemini si è sciolta in un fragoroso, esagerato, liberatorio fiume di lacrime.

venerdì 12 marzo 2010

Parlano

...
il M: " 'nghì!" (= ho fame, smettila di guardarmi e tirami fuori da qui, o per dispetto ti divento inappetente come quel pazzo coi ricci che ci infila le dita negli occhi cianciando di bende e pirati!)

lo S: "ahchiii" (= ti prego fai tacere quel grassone nella carrozzina qui accanto, o la smetto di farti questi sorrisoni angelici e rivelo la natura demoniaca che per ragioni irreversibilmente genetiche è in me)

Pp: "Mamma, questa qui si chiama FONTANELLA vero?"

Qualcosa mi dice che non sarà facile.

giovedì 11 marzo 2010

Piccoloprincipe

...
Lui ha tre anni, pesa come un bambino di 1 anno e pensa come un uomo di 30.

Piccoloprincipe è biondo, ha i riccioli e gli occhi grandi, verdi.
Ha un sorriso che conquista e dentini piccoli e perfetti.

Piccoloprincipe conosce le lettere e i numeri, usa correttamente il congiuntivo, impara subito le canzoni a memoria, è furbissimo, attento e simpatico.

Piccoloprincipe è anche capriccioso, testardo, viziato e ruffiano. Da qualche giorno ha imparato a dire le bugie.

Piccoloprincipe ama i camion, le donne e i pompieri.

Piccoloprincipe non mangia, e questo mi fa dannare. Ma se, oltre a tutto il resto, fosse anche una buona forchetta, sarebbe un bambino davvero perfetto.

E la perfezione non è di questo mondo, pertanto ce ne stiamo facendo una ragione.

mercoledì 10 marzo 2010

Ne pagano lo scotto

...
Piccoloprincipe non ha dormito la notte fino a un anno di vita, si è addormentato in braccio fino a quasi due anni, ha mangiato solo omogeneizzati fino a ieri, dorme in camera con noi ancora oggi; Piccoloprincipe, primogenito bellissimo e geniale, è stato adorato, idolatrato, viziato al'inverosimile.

I piccoli se non dormono fatti loro, basta che stiano in carrozzina senza disturbare; restano in braccio giusto il tempo della poppata e del ruttino, e poi vengono di nuovo catapultati in culla senza troppe smancerie; dormono soli in cameretta dal primo giorno che sono tornati a casa dall'ospedale, luci spente e porte socchiuse; al compimento del quinto mese verranno svezzati a spuntature al sugo e pappardelle al cinghiale.

I piccoli sono bellissimi anche loro, geniali non lo so ma non importa, ma mi sto impegnando per non commettere gli errori del passato.

Forse però rischio di commetterne di nuovi.

Piccoli, anche se non vi smanaccio e non vi sbaciucchio dalla mattina alla sera, anche se vi lascio a fissare il soffitto per più di quanto sarebbe umanamente sopportabile, anche se a volte sono frettolosa e poco loquace, non pensate che non vi adori e non vi ami tanto quanto il vostro fratello grande.

Spero che lo capiate lo stesso, quando nei rari momenti di tranquillità mi perdo nei vostri occhi - azzurri, piccoli e vispi quelli dello Scricciolo, scuri, enormi e senza fondo quelli del Morbido - o quando mi sciolgo davanti ai vostri sorrisi - a bocca aperta con i gridolini quelli dello Scricciolo, ammiccanti con la linguetta tra le labbra quelli del Morbido.

Spero che lo sentiate quando vi allatto e vi tengo la manina, quando vi prendo in braccio e vi bacio subito sulla testa, quando vi cambio e vi massaggio le gambette, quando mi siedo, con voi sulle gambe, e giochiamo un po'. Poco, lo so.

Pagate lo scotto di avere per fratello maggiore un Piccoloprincipe, di essere in due e contemporanei, di avere una mamma apprendista e pasticciona.

Portate pazienza.

martedì 9 marzo 2010

Mi presento un po' meglio... e invece no.

.
Solo pochi giorni di vita, e già latito... sarà l'ansia da prestazione, il panico davanti alla pagina bianca (che poi bianca non è) ma amen, adesso cercherò di recuperare, senza prendermi troppo sul serio però.

Stavo per cominciare a parlare di me, ma sai che c'è? Che non sto mica scrivendo la mia biografia. Questo è lo-spazio-mio, ci faccio quello che voglio, e allora è inutile dilungarmi in descrizioni che non sarebbero mai del tutto esaurienti... le sparpaglierò qua e là, e tutte insieme forse un giorno daranno un quadro abbastanza completo della mia vita. O forse no.

Per oggi, dunque, mi va di tirare un virtuale sospiro di sollievo (fiùùùùù) per essere scampata senza grossi traumi - almeno a livello conscio - da una delle settimane più terribili che la storia (mia) ricordi da quando sono mamma: i tre nanerottoli infatti hanno deciso di solidarizzare contemporaneamente con tutti i virus e batteri attualmente in circolazione, e per la precisione:

- Piccoloprincipe, untore treenne, ha raccolto all'asilo nido varicella e influenza intestinale, che ha poi diligentemente seminato in casa a:
- il Morbido, ovvero il gemello grasso (3 mesi da poco), che per non essere da meno si è accaparrato il bottino per intiero
- lo Scricciolo, ovvero il gemello magro (sempre 3 mesi da poco, ovviamente), che per il momento ha deciso di glissare sulla varicella, ma secondo me solo per il piacere di riproporcela tra 7-21 giorni - tale è il devastante periodo di incubazione - ma in compenso si è quasi disidratato a furia di cacca

E così, tra bolle pruriginose, vomitate e scagazzamenti, la sottoscritta ha trascorso giorni - e notti - di puro delirio.

Ma adesso stanno tutti bene: Piccoloprincipe è stato con grande incoscienza e immenso sollievo rispedito all'asilo, e i nanetti stanno riprendendo forma, colore e sostanza.

Io però sono stremata, e anche un po' offesa: ma a me niente?

lunedì 8 marzo 2010

Finalmente... ci sono anch'io.

...In una domenica da sopravvissuta, in un silenzio prezioso e inusuale, cullato dal respiro di due dei miei tre bambini, nasce il mio BLOG. Il primogenito è stato spedito con posta celere dai nonni, per farci riprendere fiato dopo una settimana di fuoco; ma di questo, scriverò un'altra volta.

Oggi voglio solo dare il benvenuto a me stessa medesima in questo spazio che, dopo tanti tentennamenti, ho deciso di creare: non so quanto sarò costante nell'aggiornarlo, nè quale piega prenderanno i miei post e tutto lo stile del blog.

Ma avevo bisogno di un posto tutto mio, e proverò a trovarlo qui.