martedì 20 aprile 2010

Sono gemelli?

...
Avevo dimenticato l'ebbrezza di portare a spasso un neonato: quello strano raptus collettivo per cui tutti si sentono in diritto/dovere di fermarti per un consiglio (non richiesto), un complimento (sempre gradito, per carità, purchè non si superi il quarto d'ora accademico cadauno), una domanda (in genere più di una).

Quando poi i nenonati sono due, la curiosità dei passanti aumenta in maniera esponenziale. E si moltiplicano delle "perle di saggezza" del tipo:

- Sono gemelli?
- Sì. (sono di dimensioni abbastanza simili, su un passaggino gemellare... cosa vuoi che siano?)
- E quanto hanno di differenza?
- 5 minuti.
- No, questo è più grande! (in effetti, dicevo, dimensioni abbastanza simili...)
 
- Sono gemelli?
- Sì. (l'esordio non brilla quasi mai per originalità)
- Ma sono uguali?
- No, sono eterozigoti.
- Ma nooo, guardi che sono uguali!!! (ah bè, se lo dice lei; farò le mie rimostranze a stuoli di ginecologi che mi hanno parlato per nove mesi di gravidanza bicoriale e biamniotica)
 
- Ma è vero che se uno si fa male piange anche l'altro?
- -.-

- Maschi o femmine?
- Maschi.
- Tutti e due? Peccato. Ma non poteva fare un maschio e una femmina?
- ... in effetti io sul catalogo avevo ordinato anche una femmina, ma hanno sbagliato la consegna. Che faccio, uno lo rimando indetro?

Ma la migliore rimane la seguente, enunciata con saggezza antica da un arzillo signore con cappello:
- Due gemelli? Coraggio...

giovedì 15 aprile 2010

Lo Scricciolo & il Morbido

...
Lo Scricciolo
Perché hai preso per nove mesi calci in testa da tuo fratello, e non ti sei mai lamentato.
Perché in pancia crescevi poco, ma poi hai fatto strada e sei uscito per primo.
Perché eri minuscolo, ma sei stato in incubatrice solo 2 giorni.
Perché ridi sempre, nonostante la gabbia di matti in cui sei capitato.
Perché hai fatto le analisi del sangue come un adulto, con la puntura sul braccino, e su quel lettino eri piccolissimo.
Perché ti addormenti da solo guardando in su e pensando ai fatti tuoi.
Perché sei dolce, curioso e vispissimo.
Perché sei buono, almeno per adesso.

Il Morbido
Perché quando eri in pancia ti sei girato giusto giusto in tempo.
Perché appena nato mi hai tolto un anno di vita per ogni secondo che non hai respirato.
Perché hai due occhi giganteschi e la bocca più bella della famiglia.
Perché sei altezzoso, ma poi ti sciogli e sorridi tirando fuori la lingua.
Perché ti sei preso la varicella a neanche tre mesi e non hai fatto una piega.
Perché sei coccolone e vorresti stare sempre in braccio, ma non si può, e allora ti stai rassegnando.
Perché ieri ci siamo addormentati insieme durante la poppata.
Perché sei morbido, in ogni tua parte.

mercoledì 7 aprile 2010

Non ci vuole Freud...

...
Piccoloprincipe al suo tavolino, disegna:

"Adesso fazzo un leone: la criniera, la fazza, gli occhi, il naso, la bocca gigantesca, i denti enooormi...
(breve pausa)
Adesso in bocca ci fazzo un bambino... il FRATELLINO...

Anzi, TUTTI E DUE."