venerdì 18 novembre 2011

Riabilitazione del tag #marito

È che mi sono accorta che su tre post con l'etichetta marito, ben due sono profondamente incazzosi.

E allora mi sono detta, ora faccio uno sforzo (ahem) e scrivo un post che celebra tutti i pregi del mio compagno di vita, di modo che:

  1. me lo posso rileggere al bisogno, che di bisogno ce ne sarà spesso
  2. mi sentirò autorizzata e meno in colpa per i futuri post incazzosi

mercoledì 16 novembre 2011

Quelle vite preziosissime, quei fili troppo fragili

Ci sono post che non vorresti mai scrivere, ma che non puoi fare a meno di scrivere.

Perché un tuo collega, lunedì mattina, è arrivato in ufficio con gli occhi lividi di pianto, e ha raccontato che un bambino, compagno di scuola di suo figlio, non c'è più. Il fratello maggiore aveva lasciato le chiavi attaccate al motorino, lui le ha viste, e ha voluto mettere in moto: il motorino si è impennato, lui è caduto e ha battuto la testa. E non c'è stato niente da fare.

venerdì 11 novembre 2011

Li volevo proprio così

Erano due robette di un paio di chili ciascuno. Erano fermi e silenziosi, nelle incubatrici messe una accanto all'altra.

Però nella loro prima foto hanno già gli occhi aperti. Vispi. Come dire: aspettate che usciamo fuori di qui, e poi vedrete.

E in effetti, in alcuni momenti non è stato per niente facile.

mercoledì 9 novembre 2011

La madre e la figlia

E' la donna più anziana ad attirare la mia attenzione. Ha i capelli a caschetto grigi, jeans e scarpe da ginnastica. Un maglioncino rosa, un foulard abbinato, unghie curate e un giubbotto argento. Ha gli occhi talmente chiari che sembrano fatti d'acqua. Una ragnatela di rughe sulla pelle di cartavelina ne rivela l'età, avrà almeno settant'anni, forse di più.

lunedì 7 novembre 2011

Datemi un cilicio (che cosa ne vuoi far?)

Ho trovato un altro buon motivo per sentirmi in colpa. Beh, mi mancava dài. In questo periodo mi sentivo così "brava mamma", così in pace con me stessa e con i miei bambini, seraficamente rassegnata al caos e tutta presa ad interiorizzare il mantra èsolounafase che ecco, mi ci voleva proprio una bella botta in testa per tornare coi piedi per terra.

giovedì 3 novembre 2011

Cercasi EnzoeCarla disperatamente*

Martedì pomeriggio, giorno di festa, mi giravano vorticosamente le palle.

(pessimo incipit, lo so)

Il fatto è che, come già detto, mi sono più o meno arresa al caos che regna in casa nostra, perché le battaglie perse sono troppo frustranti da combattere.
Peccato che lui, YY, non sia d'accordo, e quindi quando gli sale la rogna attacca con la solfa della casa che è un porcile e non è possibile questo casino e trullallerollerollà (questo lui non lo dice, è quello che sento io).
E io controbatto di pensare piuttosto ad aggiustare lo scarico del bagno, che son 6 mesi che funziona male, e la mensola nell'armadio grande quant'è che te l'ho chiesta? Saranno sei anni buoni?