martedì 29 marzo 2016

Pasqua

arrivare la sera,
trovare una casa gelata
e un caminetto acceso,

e stringerci tutti intorno a bruciarci la faccia.

svegliarsi nel sottotetto,
scoprire montagne spruzzate di neve,
seguire twins sotto lo stesso ombrello
e la stessa pioggia sottile,

e poi odore di pane
e legna per le strade.

e all'improvviso il sole che apre il cielo,
l'aria che sembra lavata di fresco,
lasciare i compiti a metà per correre fuori
a scrutare l'orizzonte col binocolo,

e poi una cenetta romantica solo noi due.

domenica mattina e il nespolo in fiore,
una Messa e una promessa,
un pranzo lunghissimo con tante persone,
una corsa di 10 km tra le montagne
e bagagli da rifare troppo presto.

e poi

una vecchia saponetta in un cassetto del comò

e la sua assenza.

venerdì 25 marzo 2016

Chi non muore...

Il bello dei blog è che puoi fare un po' come ti pare.

Ovvero, stai più di un anno altrove, a farti gli affari tuoi e a sbirciarlo ogni tanto, giusto per vedere se sta bene in salute, e poi un giorno decidi di entrare di nuovo e lui ti lascia fare, senza chiederti il perché e il percome. Se funzionasse così anche con le persone, il mondo sarebbe un posto un po' più facile. Ma forse anche troppo.

E insomma, io sono ancora viva e vegeta, e anche abbastanza di buonumore.

Provare a fare un recap esauriente ed esaustivo è mission impossible, ma vediamo cosa ne esce fuori.

Quei tre sono cresciuti.
I twins hanno iniziato la prima elementare, e vi confesso che non è facile: il weekend è un triatlhon di compiti, ma ce la stiamo facendo. Le loro prime pagelle sono state così così, il Morbido non riesce a stare seduto e lo Scricciolo vuol fare tutto troppo in fretta, ma abbiamo imparato a leggere e questo è meraviglioso.
Piccoloprincipe è entrato a pieno titolo nella temibile età della preadolescenza. A volte ho l'impressione di sbagliare molto con lui, paga lo scotto di fare da apripista.

Chi si ferma è perduto.
Non è che sia stata bene bene quest'inverno, a livello di salute.
O, meglio, in realtà stavo benissimo, in forma e senza una febbre che sia una, ma inspiegabilmente alcune analisi sono risultate parecchio sballate.
Sto facendo una cura e pare che stia funzionando.
Speriamo.

Ho corso 15 km in 1:29.
Che vuoi aggiungere ? :-)

Si è anche viaggiato un po'.
Siamo stati a Napoli a Pasqua dello scorso anno, in Costiera Amalfitana e poi a MioPaese a giugno, di nuovo a Vieste quest'estate e a Bologna per Capodanno.
Sono stati giorni molto molto piacevoli, i bimbi sono sempre più autonomi e viaggiare con loro è diventato un vero piacere... forse ve li racconterò in post dedicati. Ma non prometto niente ;-P

Ho compiuto 40 anni.
... e non è stato facile.
Ma sono sopravvissuta e non è affatto male.

Ho un po' perso il mio centro.
Ma lo sto ritrovando.

... e poi ci sarebbero anche altre cose, ma meritano dei post a parte, quindi magari torno.

Forse.

Tanto il blog non scappa.