venerdì 19 luglio 2013

Tra me e me ovvero Riassunto delle puntate precedenti

- Ehi tu, te lo ricordi che hai un blog?

- Ahem, certo che me lo ricordo... ci entro tutti i giorni, che mi fa comodo il blogroll sulla destra per andare a leggere quelli degli altri.

- Vergognati. Come se non ne avessi, di cose da raccontare!

- In verità (intercalare vagamente evangelico molto in voga in questo periodo tra la naneria), è proprio perché ho avuto un po' da fare che...

- Piantala, è che sei pigra. Non hai scritto niente neanche in occasione della fine della scuola. La recita dei bimbi, tu che ti sei commossa come una scema pure se stavano ballando "Mamma mia" degli Abba che non è che sia proprio una melodia strappalacrime, Piccoloprincipe che si è diplomato con profitto, lui che il secondo giorno di asilo - te lo ricordi? aveva ancora i ricci - era già l'anarchico della classe, lo Scricciolo che tu pensavi sarebbe stato in un angolo in disparte e invece ha fatto il pazzo in prima fila, il Morbido che ha fatto tutte le mossette giuste e poi salutava e rideva...

- Lo so, hai ragione, ce ne sarebbero state di cose da raccontare. Ma davvero, anche adesso che vanno al centro estivo, è tutta una corsa il pomeriggio, vai a riprenderli, stendi in fretta, che altrimenti non si asciugano per domani, 3 accappatoi, 6 costumini e il cambio completo del Morbido che puntualmente entra in piscina vestito. E il pranzo al sacco da preparare per il giorno dopo? Che una volta esaurite quelle quattro idee - polpette, frittata, bastoncini di pesce, pasta fredda - non sai che minchia mandargli? E le merende, due al giorno per un totale di sei al dì per un totale di trenta a settimana, che loro vogliono rigorosamente diverse, e chi il salato, chi il dolce, e poi se le scambiano e uno ne mangia quattro, uno una e l'altro niente?

- Ti ho vista parecchio impegnata anche a scrivere nome e cognome sui vari zaini, cambi, creme e cappellini... scommetto che sei un po' pentita di aver dato loro nomi lunghetti.

- Ho risolto con le sigle. Comunque grande invenzione il centro estivo eh, loro si divertono da matti.

- Del resto, non avevi granché scelta, dacché i tuoi genitori, sangue del tuo sangue, stirpe della tua stirpe, dopo due settimane si sono offerti di pagartelo loro, il centro estivo, piuttosto che tenere ancora i tuoi figli, sangue del loro sangue, stirpe della loro stirpe almeno al 50%.

- Ahem, vabbè. Però ho orgogliosamente declinato la generosa offerta, sia messo agli atti.

4 commenti:

gemellina ha detto...

Ecco in effetti entravo ogni tanto nel tuo blog e mi chiedevo dove fossi finita... ho capito che hai avuto il tuo bel da fare, come sempre immagino con 3 nani... però mi mancavano i tuoi post, riesci sempre a regalarmi un sorriso, grazie!

Twinsbimamma Barbara ha detto...

ciao...mi hai fatto sorridere :) per il centro estivo ti capisco ho appena scritto un post "lamentino" sui miei genitori - nonni che poi invece mi aiuteranno a tenere i bimbi x quasi 2 settimane così eviterò di aggiungere questo tempo alle 4 settimane di centro estivo....pranzo al sacco?!?!? noo io avevo varie opzioni di centro estivo...uno che costava un pò di meno ma quando mi hanno detto pranzo al sacco decisamente ho scartato l'idea...arrivo la sera alle 19 devo preparare la cena organizzare lo zaino per il giorno dopo e oltretutto organizzare il pranzo al sacco?!??! 1 settimana si può anche fare....4 decisamente troppo...un abbraccio

mammapiky ha detto...

La vita a volte va troppo veloce e non riusciamo ad appuntarla.....alla fine ti hanno assolta? :-)))))

Mamma Avvocato ha detto...

Il lo sapevo che se non scrivevi era perché eri troppo presa!!!!
Dai su, andrà meglio quando saranno a casa anziché al centro estivo!!! Scherzo, ovviamente.
Io non trovo il tempo. Con uno, figurati con tre come sarei messa!!!