lunedì 12 marzo 2012

Un lungo e noioso post in cui vi rivelo che sono pigra, disordinata e rosicona

Avevo molto apprezzato la campagna lanciata qualche settimana fa sul sito di Genitori Crescono "Scusa il  disordine": in breve, quei due geni di Silvia e Serena hanno proposto alle mamme di fotografare e pubblicare i migliori scorci delle loro case - ahem - vissute, per combattere insieme gli odiosi sensi colpa che puntualmente ci assalgono quando ci accorgiamo che la nostra casa ha perso ogni parvenza di dignità.

Epperò, poi succede che sabato pomeriggio Piccoloprincipe viene invitato a casa di G., il suo amichetto del cuore, per giocare insieme.

E appena varco la soglia della casa di G. mi rendo conto che sì, mi consola molto sapere che mica solo io ho la casa diversamente abitabile; che sì, le foto delle incasinatissime case altrui mi fanno sentire meno sola; che sul blog, su twitter, su faccialibro me la posso anche menare con l'autoironia.

Ma poi entro nella casa di questa donna (simpatica, peraltro)
che lavora come me.
che ha figli come me.
che avrà il suo bel da fare come me.
e che però riesce a tenere la sua casa come un tempio. Giuro.

Bianco dappertutto, neanche il segno di una pallonata sul muro, che so, o il residuo di un pennarello fuori controllo.
Il parquet, ce l'ho anche io, perchè da me sembra che lo yeti ci si sia arrotato le unghie?
All'ingresso, la classica mensola svuotatasche, di solito* trabocca della qualunque: chiavi di casa, chiavi della macchina, bollette da pagare, bollette già pagate, disegni dei bambini, pezzi di macchinine in attesa di essere riassemblati... lì, era vuota. V.U.O.T.A. Che ci ho appoggiato il cellulare e mi è sembrata una profanazione.
*leggi, a casa mia

Persino le camerette dei bambini erano perfette. Non vi tedio con i dettagli.

E se qualche anima di buon cuore volesse consolarmi dicendo: "Vedrai che avrà riordinato apposta poco prima del vostro arrivo" vi posso rispondere che no, non è vero.

Come faccio a saperlo?
Perchè gliel'ho chiesto.
(si, credeteci. si chiama faccia come il cu*o)

E lei ha detto che no, la sala è sempre così perchè i bambini non ci vanno a giocare (non resisto, devo tediarvi con i dettagli: tavolo di cristallo? lo Scricciolo lo avrebbe già ridotto in frantumi, vista la grazia con cui adopera il bicchiere) mentre le camerette, beh, loro quando hanno finito di giocare mettono a posto (sigh).

Comunque, il colpo di grazia l'ho avuto quando, per cercare una cosa, G. ha aperto un cassetto del suo comò: ho sbirciato dentro augurandomi di trovare magliette appallottolate e calzini spaiati (Dio, sono una persona orribile) e invece, pure lì, era tutto in perfetto ordine.

Ora, io potrei anche giustificarmi dicendo che noi abbiamo tre figli maschi di 2-2 e 5 anni, e loro una femmina (femmina) di 7 anni e un maschio di 5; potrei aggiungere che la loro casa è più grande, e quindi possono giostrarsi meglio con gli spazi; hanno pure un terrazzo, e quindi non c'è bisogno di parcheggiare, che ne so, il triciclo (uno, o tre, che importa) in salotto.

Ma non regge, no. Sono io, siamo noi che abbiamo lasciato un po' andare la nostra casa, come tante altre cose, da quando i tre piccoli bulli egocentrici hanno catalizzato le nostre attenzioni, e le nostre forze. E sì che ci piaceva tanto, la nostra casetta; che l'avevamo ristrutturata e arredata proprio come volevamo noi, scegliendo ogni pezzo con cura e sparpagliando qua e là piccole tracce di noi.

Forse, è arrivato il momento di dedicarle di nuovo un po' di attenzione. Non parlo di ordine maniacale, che le case alla fine bisogna viverle, ma di ritrovare il piacere di abitarla, la nostra casa.

Che noi non l'abbiamo vissuta, l'abbiamo abusata.

9 commenti:

Slela ha detto...

E' lei che è un UFO!
No, a parte gli scherzi, senti la mia teoria.
P molte donne tenere la casa in perfetto ordine è o un modo di scaricare lo stress, oppure una mania ossessivo compulsiva.
Quindi abusa pure della tua casa, come io faccio con la mia tra l'altro.

alessandra ruggero ha detto...

... ed io che uscendo di casa, chiudendomi dietro la porta e lanciando dentro l'ultimo gioco strappato dalle mani dei nani, ho pensato: "Ti prego fa che sia io la prima a rientrare a casa e che non ci siano nè imprevisti nè visite improvvisate!" ????

ArteMamma ha detto...

La domanda sorge spontanea: ma sono vivi????
Forse la signora ha la donna delle pulizie 7 giorni su 7: l'hai chiesto?
Il mio bicci ha 19 mesi e a volte sembra che in casa sia passato lo tsunami.... ma io adoro la casa così vissuta!...e abusata...
Buona giornata

Laura ha detto...

ciao, da architetto quale sono, adoro quelle che riescono ad avere la casa sempre perfetta... poi mi guardo intorno a casa mia e vedo che è "vissuta" e penso ma cavolo dove sbaglio? Sono precisa in certe cose, ma poi mi faccio travolgere da mille cose da fare e allora mi perdo... i miei bimbi riordinano in cameretta prima di andare a dormire altrimenti non riescono a raggiungere il letto e io non voglio suiciarmi arrivando la notte di corsa se qualcuno mi chiama, in sala giocano e poi devono sgombrare perchè non sopporto la sala in disordine, se arriva qualcuno è la prima cosa che vede... però la casa è vissuta lo stesso, perchè qua è là ci sono elemeni molto giocosi e molto fuoriposto... e perchè fondamentalmente l'ordine è una virtù data a pochi... ;-)ma a me piace così e se chi viene ha da criticare può pure andarsene a fare un giro...

gemini ha detto...

Posso dire una cosa???
IO. VI. AMO.
... ma davvero eh!

Susibita ha detto...

C'è sempre di peggio: perchè i miei capelli stanno solo a cespuglio? ma non potevo fermarmi 1 minuto in più e cambiare la tuta dell'adidas anni '90? un filo di trucco, no? e da dove sbuca quel pelo sul mento?.
Quindi mi sono detta: è una questione di priorità. O me o la casa.
Ora la mia casa è un cesso, ma io mi passo la pinzetta prima di uscire.

Susibita

Hysterikmom ha detto...

Cacchio, sappi che io, nel mio peggio momento, ovvero in pieno esaurimento nervoso, ero diventata così piena di angoscia che vedere il disordine (ovvero ogni giorno e ogni minuto e ogni centimetro della mia vita/casa) mi procurava cris di ansia spaventose, che si placavano mettendomi a riordinare forsennatamente e piena di odio-rabbia-senso-di-colpa.Ordine che durava lo spazio di un minuto. Chi ha la casa perfetta ha un bisogno nevrtic di tenere tutto sotto controllo. Anche io ho QUELLA amica. Tre figli, un lavoro, un marito pendolare. Quindi come me. La casa, perfetta. Il cesto della roba sporca sempre vuoto.(o con dentro UN asciugamano-sì, lo confesso ho controllato anche io sono una brutta persona)Roba da stirare?al messimo DUE camicie accumulate. Donna delle pulizie? No, of course.Però i figli vivevano col terrore. Prendere fuori un gioco: sotto minaccie di rimettere a posto. Mischiare i giochi? Profanazione! Mischiare i lego? no, tutti costruiti e divisi per tipo di costruzione, allegati alle istruzioni. Le bambole? IN POSA. I libri? IN ORDINE DI ALTEZZA. Non ti dico gli armadi.
Per un pò ci sono stata di merda, poi ho preso un pò di pasticche. Sono guarita. Ho fatto un quarto figlio. QUINDI. 4 contro 3. Vinco io. Chissenefrega se trovo il dentifricio appiccicato sullo specchio ogni mattina e le mutande del maschio da un mese appallottolate sotto il letto. Quando i tuoi figli cresceranno avrai una casa ordinata. E ti dispiacerà.
(comnque, no, non ti sto consigliando di fare un quarto figlio, eh!)
Hysterik

katia ha detto...

La tua casa è perfetta!!! Ancora non hai visto la nostra -__- quella è pigrizia allo stato puro!!! Un abbraccio!!! A presto!!!

gemini ha detto...

Grazie di nuovo a tutte per la solidarietà!

@Hysterikmom ma sai che mi ero persa la notizia della quarta panza!?! Ma congratulazioni!!! Sono corsa subito ad aggiornarmi sul fagiolo ;-)