lunedì 17 ottobre 2011

Una cosa bella

...
Mi è capitata una cosa bella.
Anzi no, ho fatto una cosa bella.

E non è che io ne abbia fatte molte in vita mia.

Certo sì, ho fatto tre figli, ma anche lì sono riusciti a smontarmi un po'.

Perché li hai mandati al nido a cinque mesi...
Perché Piccoloprincipe ha ancora il pannolino la notte...
Perché qualche volta gli dai i bastoncini findus a cena...
Perché uno è viziato, uno è ipeteso e uno è un lagnoso...

Ma stavolta no, stavolta è una cosa bella in assoluto, non ci sono punti di vista.
E nessuno può smontarmi, nemmeno io, che sono il mio critico più severo.

Succede però che mi scontro con l'ambivalenza della blogosfera, di questo non-luogo intimo e pubblico insieme.

Se fosse il mio diario segreto, quello che avevo a otto anni, con il lucchetto farlocco che si apriva anche con la forza del pensiero, non esiterei un attimo a scriverne, nei minimi dettagli. Perché è una cosa che mi dà gioia, e la gioia non sono mai stata brava a tenermela dentro.

Ma questo è un blog e, per quanto minuscolo, qualcuno lo legge.
In effetti in pochi, potenzialmente tutti.

E anche se i cattivi della rete di qui non passano mai - no troll, no lingue biforcute, no pettegole invidiose (e del resto, invidiose de che?) - non voglio che nessun pensiero negativo mi sfiori.
Nessuna accusa. Nessun rimprovero. Nessuna insinuazione.

Ok, non me ne dovrebbe fregare niente del giudizio degli altri.
Ma non voglio che questa cosa venga sporcata, neanche di striscio.

Allora potevo non scriverne nulla, e bon.
Ma qui è casa mia, e mi concedo il diritto di farci un po' quello che voglio, anche di essere confusa, criptica e incorente.

E il resto, me lo tengo nel cuore.

7 commenti:

Gocce D'Aurora ha detto...

Complimenti per la cosa che ti è venuta così bene ;) non importa cosa sia, l'importante è il calore che ti monta dentro... e tre figli, sono una gran bella cosa, qualunque "pecca" essi abbiano, perchè in fondo sono entità singole e hanno il diritto di avere le loro caratteristiche...

Un abbraccio luminoso

Slela ha detto...

Non c'ho capito niente, ma non importa. L'importante è che tu sia felice.
PS: magari i miei mangiassero i bastoncini findus, sai quante cene rimedierei all'ultimo minuto!

franci ha detto...

mannaggia ora sono curiosa ...anzi no...e sai cosa ti dico ? goditi la tua cosa bella e riscalda il cuore piu' che puoi! :D

HYSTERIKMOM ha detto...

una volta, alle tre di notte, ho costruito una cucina giocattolo in legno per mia figlia, usando le scatole da vino. Gli sportelli non si chiudevano bene. Era un pò sgemba e pure piena di schegge potenzialmente mortali, e per assemblarla ho usato così tante viti che c'era in percentuale più ferro che legno. Ma sono stata orgogliosa e felice per almeno tre mesi. (nonostante il marito ingnegnere, inorridito, mi faceva notare che non era in squadra)
Quindi....GODITELA!

StelleGemelle ha detto...

...e che bello godere per se stesse....brava

gemellina ha detto...

Ci hai incuriosito però il blog è tuo e ci puoi scrivere quello che vuoi e dire o non dire quello che ti pare!!! un abbraccio

tris ha detto...

Come slela: non ho capito granchè ma sono felice che tu sia felice!