lunedì 31 ottobre 2011

L'importante è iniziare

L'avevo detto no?
E lo sto facendo.

Parrucchiere. Fatto.
Cambio di stagione in modalità facciamo tabula rasa. Fatto.
Iscrizione in piscina. Fatto. E parliamone.

Che mi sono comprata un costume intero fichissimo, la cuffia nuova, e ho messo nel borsone pure la crema idratante, per concedermi un post-allenamento coi contro.

(vabbè, allenamento. Diciamo che vado a farmi un bagno. Per dire: faccio più o meno le stesse vasche, con gli stessi tempi, dell'ultima volta che sono andata a nuoto. Solo che avevo una panza di 8 mesi e 9 chili: o ero molto in forma allora, o sono molto pippa adesso.)

Ma dicevo.
Il mio tristemente noto menage familiare mi concede di dedicare a questo momento tutto mio solo una miserrima ora a settimana: o il sabato mattina, tra le nove e le dieci - o la domenica mattina, stessi orari - o il sabato pomeriggio, dalle tre alle quattro.
Vabbè, avete capito: ci vado quando loro dormono.

E insomma, quell'oretta così ostinatamente perseguita e infine ritagliata è santa e benedetta.
E' galleggiamento silenzioso, è pensare a quello che voglio o non pensare affatto, è tendere i muscoli e assentarmi per un po'.

Sabato mattina.
Arrivo, mi preparo, mi immergo.
Nuoto per mezz'ora, da sola. Il paradiso non è molto lontano da qui.
Poi un rumore.
Quel rumore.
Familiare, inquitante, ineluttabile.

Voci. Grida. Risate. Lamenti.

Il sabato mattina, dalle 9.30 alle 10.20, c'è il corso di baby nuoto.
Il sabato mattina non è più un'opzione, per quanto mi riguarda.

2 commenti:

HYSTERIKMOM ha detto...

il mio sogno è andare in piscina quando è chiusa. Effrazione notturna. Piscina deserta, tutta blu, tutta per me, e sentire il l'eco del mio respiro e del rumore delle bracciate nell'acqua.Nessuno che possa notare cellulite, pedicure non perfetta, smagliature come la faglia di S.Antonio. Nessun infante molesto, nessun vecchietto che sbaglia inesorabilmente corsia andando contromano e lento come un bradipo acquatico.E anche nessun personal rompi-trainer che ti dica, cosa, come e dove e per quanto tempo fare cosa.Ma accontentiamoci. Bè per adesso io mi accontento di una doccia di 20 minuti senza spettatori, nel mio bagno, ma sognare non costa niente....

p.s. (solo 9 chili a otto mesi?compliments.)

gemini ha detto...

Bellissimo sogno, lo condivido in pieno, a parte il fatto che (finalmente) ho cominciato a fregarmene se qualcuno guarda la mia cellulite... ma la guardassero pure!

p.s. (ma non era la gravidanza gemellare eh!)