venerdì 13 gennaio 2012

Ansia da iscrizione

Ci siamo, sono uscite le domande per la scuola dell’infanzia, per i Nanipiccoli.

Mi sta montando un’ansia che non avete idea. Per una selva di motivi, ora mi rilasso facendo una bella lista.

1. In classe insieme o separati? Mannaggia alla tecnologia, mannaggia all’informazione, mannaggia alla curiosità. Sappiamo troppo, leggiamo troppo. Ero decisa-decisa a metterli in classi separate, lo sbandieravo tronfia e sicura qui. Poi leggo che non è vero che i gemelli vadano necessariamente separati, che dipende da caso a caso, che anzi può essere vero anche il contrario (ne ho scritto in maniera più lucida e comprensibile qui). Uffa.

2. Nella stessa scuola ci va anche Piccoloprincipe. Tutti e tre insieme nella stessa classe? Non voglio così male alle maestre. E non voglio caricare ulteriormente il piccologrande della ingombrante presenza dei fratelli. La sua insegnante dice che lui tende a sentirsi molto responsabile per i più piccoli, tipo che versa l’acqua a Benedetta (minuscola e deliziosa bimba di tre anni che ha sostituito la statuaria Anita nel volubile cuoricino del nostro), le sistema il grembiule, la consola quando piange – vabbè, in realtà ce sta a prova’, però è tenero.
 
3. Le maestre del nido consigliano di separarli. Dicono che loro, benché molto diversi, tendono a copiarsi, a fare/volere/chiedere quello che fa/vuole/chiede l’altro. In effetti è vero. Mi sa che resto della mia prima idea, e li separo. Si facciano ciascuno il suo percorso, e speriam bene.
 
4. Quindi avrò tre bambini in tre classi. In pratica, colonizziamo la scuola.
 
5. E veniamo al vero punto dolente: SE li ammettono. Perché io sono notoriamente fortunata, e quindi da quest’anno hanno cambiato i criteri di ammissione e i confini del bacino di utenza della scuola. Abbiamo 7 punti perché c’è un fratello nella stessa scuola e 4 perché siamo entrambi genitori lavoratori, ma NON abbiamo più i punti del bacino di utenza (che, guarda caso, da quest’anno sono diventati 6 dai 3 che erano). Infine, i Nanipiccoli sono nati a dicembre, quindi sono i più piccoli del loro anno, e a parità di punteggio vince la maggiore età (che culo eh?). Ce la possiamo fare, ma anche no. Se è no, si aprono scenari apocalittici che non voglio nemmeno immaginare.
 
E quindi, per qualche mese, mi porterò dietro questo piccolo macigno. Ne avevo proprio bisogno.

8 commenti:

scleros ha detto...

ti consiglio assolutamente di dividerli. le mie bimbe sono omozigoti e al nido erano insieme.
Si fanno troppa forza insieme e un giorno una aveva una personalità il giorno dopo ce l'aveva l'altra. nonostante ne abbiano un pò sofferto alla materna le ho divise ed è stata una super scelta azzeccata, due classi vicine, si cercavano e stavano insieme spesso, ma ognuna ha sviluppao bene la propria personalità, ora con la scuola primaria siamo in prima e divise e va ancora bene. in bocca al lupo!

franci ha detto...

Mia cara ...anche io ieri sono andata in confusione per lo stesso motivo (piu' o meno) aggiungi che ho ancora tre scuole da scegliere ...vabbè....

Per il separarli o no ...io non volevo ma TUTTI mi dicono che è meglio .... continuo a non essere convinta ma forse se riesco a metterli dove dico io avranno qualche compagno di nido che spero verranno spartiti nelle due classi ...spero...

Ma da Voi non vige la regola che se cè un fratello nella stessa scuola sono obbligati a prendere gli altri? qui mi pare sia cosi .... Come fanno altrimenti i genitori.

Slela ha detto...

Eccomi. Ho espresso i miei dubbi non molto tempo fa, con un post.
Anch'io li devo iscrivere alla materna, e mi sono fatta le tue stesse domande decine di volte, e ogni volta mi davo una risposta diversa.
Perché il cuore mi dice di tenerli insieme, la testa di separarli.
Alla fine ho deciso di separarli, sia perché tutti gli educatori che ho interpellato mi hanno consigliato di farlo, sia perché le maestre della primaria di mia figlia mi hanno riferito che, nella loro esperienza, i bimbi che sono stati insieme alla materna, poi hanno avuto difficoltà in prima elementare, sia perché i miei gemelli sono davvero molto molto indietro e troppo in simbiosi tra loro. Non si staccano mai. Purtroppo non posso separarli adesso, c'è sempre una sola persona alla volta che li guarda, quindi sarò costretta a farlo da settembre.
Sarà un trauma per loro, e già soffro per questo, ma spero che li aiuti a crescere e a socializzare meglio.

gemellina ha detto...

Io non ho due ma uno solo che vorrei iscrivere alla scuola dell'infanzia l'anno prossimo ma mi sa che essendo nato l'8 gennaio non lo prenderanno visto che mancano i posti!!! Uffa non vorrei proprio tenerlo a casa fino a quasi 4 anni... Mamma mia, c'ho già l'ansia pure io!!! Buon weekend

Laura ha detto...

ciao,
ogni tanto riappaio...
io non ho gemelli...
però in classe di mio figlio piccolo l'anno scorso c'erano due gemellini, quest'anno li hanno separati...
non chiedetemi perchè però presumo che per loro fosse meglio star divisi... nonostante uno dei due abbia dovuto cambiar compagni e maestra... se è per spostarli dopo secondo me è meglio farli entrare direttamente in due classi diverse... se poi anche la maestra del nido lo consiglia...
e comunque incrociamoci tutte per far si che li prendano... ciao Laura!!!

gemini ha detto...

@Laura, bentornata! Incrociati ben bene che ne ho bisogno!
@gemellina, il mio Piccoloprincipe è di febbraio e io l'ho mandato alla materna a 3 anni e 7 mesi (prima frequantava il nido)... non me ne sono mai pentita :-)
@Slela, lo so, è una decisione difficile, ma credo anche io che sia quella giusta... ma indietro perchè? solo per il linguaggio, o per altri motivi?
@franci, quando torni a scrivere sul tuo blog? e cmq no, non sono obbligati a prenderli, hanno solo qualche punto in più per il fratello già nella scuola
@scleros, la tua esperienza mi conforta :-)

Grazie a tutte per i vostri interventi, siete preziose!

gemellina ha detto...

Se il mio Patato fosse nato a febbraio non ci penserei e lo manderei alla materna a 3 anni compiuti, ma sono quegli 8 giorni che mi mettono in crisi... considera anche che non va al nido ma è a casa con la nonna. Ho paura che farlo aspettare fino a quasi 4 anni per avere contatti quotidiani con altri bimbi sia un po' troppo!!! Proverò con l'iscrizione e poi vedremo...

gemini ha detto...

Certo, se non va al nido capisco... quando feci il colloquio alla materna per Pp, quella che poi è diventata la sua attuale maestra mi consigliò di aspettare un anno e di iscriverlo all'ultimo anno di nido, proprio per fargli fare un ingresso più soft nel mondo della scuola (tra nido e materna c'è un abisso in questo senso!) e anche perchè al nido avrebbe fatto un percorso, soprattutto di tipo sensoriale, pratico, di autonomia personale e anche di socializzazione, che alla materna danno per scontato. Ho seguito il consiglio, Pp a 2 anni e 7 mesi è andato al nido, e si è rivelata una scelta azzeccatissima. Se non dovessero ammettere tuo figlio alla materna - la consiglio anche a te (magari puoi fare l'iscrizione a entrambe e poi decidi!)