giovedì 9 febbraio 2012

E festa di compleanno bellissima fu

E dopo aver sfracassato i mar condiviso i miei timori con tutto il genere umano a me circostante, web compreso, non potevo esimermi da un piccolo resoconto sulle festa di Piccoloprincipe, svoltasi ieri pomeriggio a dispetto dello stato di calamità naturale dichiarato nella città di Roma.

Ebbene. E’ andata. Benissimo.

So che molte di voi, probabilmente a ragione, aborrono le feste nei parchi gioco, tra bambini sudati ed euforici, ma che vi devo dire: io no.

Piccoloprincipe voleva farla proprio lì, e così è stato.

E i bambini, che alla fine c’erano ed erano pure un numero congruo, si sono divertiti tantissimo, chevvelodicoafare.

E i genitori mi hanno ringraziato perché, col fatto che tutto si è svolto nella grande e coloratissima sala dei gonfiabili (al coperto e riscaldata, of course), hanno potuto chiacchierare tranquillamente mentre i loro pargoli si scatenavano a portata di vista. Certo, domani avranno tutti la broncopolmonite, ma ormai.

Persino i nanipiccoli, sotto lo sguardo vigile di nonni e vicenonni, hanno dato spettacolo in luoghi in genere a loro proibiti, vasca delle palline in primis.

Ma lui.
MA. LUI.
Piccoloprincipe era davvero entusiasta, del posto, dei giochi, dei suoi amichetti soprattutto.
Della torta con sopra Spongebob, il suo personaggio preferito del momento.
Del tanti auguri a te, tutti i bimbi intorno alla torta che cantavano e ridevano, e chi voleva la faccia di Spongy, chi quella di Squiddy, chi la medusa… un calore incredibile, davvero.

E poi tutto da routine, i regali e scartalacarta, i bambini che portavano orgogliosi il loro pacchetto (un papà mi ha detto “Guarda, non lo ha mai fatto per nessuno, ma per lui sì… tuo figlio è mitico” - devo ancora riflettere a mente fredda su questa affermazione), i nanipiccoli che approfittavano della confusione per trafugare castagnole e cioccolato, e pure i regalini di fine festa, che vabbè, saranno una trovata consumistica come tante, ma alla fine i bambini ne sono proprio contenti. Gli dài ste bolle di sapone, sti vasetti di pongo e due stickers, e sembra che il compleanno sia stato un po’ anche il loro.

Anche se stavolta, lo devo dire, il regalino se lo sarebbero meritato i genitori, che hanno sfidato impavidi il freddo perché, come mi ha detto una mamma “alle feste dei bambini non si può non venire”.

Eppoi, posso dire che, per una volta tanto, ci ha detto un gran culo bene. Perché, tra il week end innevato appena passato e quello che sta per arrivare, abbiamo, del tutto casualmente, scelto di festeggiare di mercoledì. L’unico giorno della settimana in cui si è persino affacciato un pallido sole.

‘ennamo.

4 commenti:

gemellina ha detto...

Vedere il tuo cucciolo contento e felice non ha prezzo... sono proprio contenta che sia andato tutto bene!!! un abbraccio

StelleGemelle ha detto...

ciao, passa da me, c’è una cosa x te…….http://www.stellegemelle.com/2012/02/un-premio.html

franci ha detto...

Aspettavo proprio questo post !!!

E bravi i genitori che non hanno rinunciato e soprattutto buoncompleannopiccoloprincipe!!

Ele ha detto...

la nostra felicità sta nel vedere i nostri figli contenti. E chi se ne frega del luogo o dei regalini finali, l'importante è che piccolopricipe sia felice. Auguri.