giovedì 3 gennaio 2013

Un po' di cose tra Natale e adesso

Non so voi, ma a me questi dieci giorni di ferie natalizie mi hanno prostrata nel fisico quasi più di due gravidanze (di cui una gemellare).

Ho mangiato un sacco, ecco, per cui sto accarezzando l'idea di iscrivermi in palestra - luogo che rifuggo da circa una decina d'anni, anche di più. Ma forse quest'anno, più che la piscina (per me sinonimo di massimo relax), ho bisogno di qualcosa che mi accenda l'adrenalina; non di rilassarmi, dunque, ma di svegliarmi un po'. Pensavo a quelle cose con la musica a palla e l'insegnante tiratissima e un po' fatta che urla turn! e squat! e leg curl! (ah ah, qualcosa mi ricordo) e io che dopo 5 minuti ho già il fiatone e le guance heidi-mode. Poi vediamo eh.

Poi abbiamo combattuto contro i pidocchi, che si sono annidati a sorpresa, tra Natale e Capodanno, nella meravigliosa capigliatura del Morbido, e per noi era la prima volta. Vi ho mai detto che ho un marito maniaco-ossessivo? Ecco, va bene fare il trattamento a tutti e cinque, va bene cambiare le lenzuole, i cappelli, e pure il copridivano te lo concedo, ma. Portare. A lavare. La macchina.
(che poi ogni volta che ne parlo mi prude la testa, porca di una lendine)

Poi certo, abbiamo festeggiato in famiglia, ed è stato tutto bello e divertente e mangereccio e consumistico come al solito. Che c'è la crisi, sì, ma intanto i nani sono pieni di giocattoli lo stesso. Quest'anno Babbo Natale lo ha impersonato l'amico C., quello che ha la voce sottile come il soprano del coro delle voci bianche, e - ahem - il celebre oh!oh! oh! non gli è venuto proprio bene bene. Secondo noi Piccoloprincipe lo ha sgamato alla grande.

E oggi sono di nuovo al lavoro, ho i capelli corti, un bell'anello al dito, lo smalto e il fard.
E, nonostante i tre chili di massa grassa in più, mi sento abbastanza figa, sappiatelo.
Se non fosse per quel fastidioso prurito in testa.

1 commento:

Susibita ha detto...

I capelli corti fanno miracoli.
Anche per la pediculosi, dico ;).
Buon anno!

Susibita