lunedì 4 febbraio 2013

Buio, poi luce, poi buio, poi luce

Giorni oscuri, quelli appena trascorsi.

Prima sono stati male il Morbido e lo Scricciolo, uno con la febbre alta e l'altro con quella sua tosse che non se ne va più.

Poi è crollato anche Piccoloprincipe, la nostra piccola roccia che non si ammala mai.

Intanto il Morbido ne usciva, lo Scricciolo peggiorava.

Peggiorava tanto che la notte non dormiva più, che la tosse non gli dava tregua, che il respiro era faticoso, che avevo un macigno nello stomaco.

Peggiorava tanto che siamo stati dal pneumologo, che abbiamo cominciato con il cortisone, che faremo le analisi del sangue.

Ma almeno adesso lo Scricciolo respira bene, corre di nuovo per casa, ride e mi riempie di carezze.
"Mamma sei bélla", dice senza tossire.

E il giorno dopo c'era anche il sole, che pare niente e invece è tanto, perché con il sole addosso riesco persino a sorridere.

E sembrava tutto passato, ce l'avevamo fatta anche stavolta.

Invece giovedì sera il Morbido sembrava un po' caldo. Aveva 39.4, di nuovo.

Però oggi c'è il sole, di nuovo.

1 commento:

Slela ha detto...

E' così quest'influenza.
Due giorni di febbre alta, uno di pausa e un altro di febbre alta.
Poi passa.
Ma la complicanza più frequente è la bronchite, che dà i sintomi che hai descritto.
Noi ci siamo fatti una settimana d'antibiotico e due di cortisone.
:(
Tieni duro.