mercoledì 11 maggio 2011

Festa della mamma e un po' di psicologia spicciola

...
Domenica 8 maggio, festa della mamma, Piccoloprincipe in grande spolvero.

Poesia ruffianissima con colpo basso finale ("... io sarò il tuo cielo azzurro e tu sarai la mia stella." sniff), manufatto artigianale prodotto finalmente dalle sue sante manine, a differenza di quanto accadeva qui, - ovvero ciondolo a forma di cuore fatto col das, dipinto di rosso e ripassato col vernish per renderlo bello lucido (starà benissimo con i miei tristissimi completi da ufficio) - e infine disegno della famiglia al gran completo.

Eccolo.


No, parliamone.

Confortante che io abbia le braccia grandi, aperte e accoglienti; bello che il padre sia presente e gigantesco (per quanto corrucciato e un po' inquietante); ma il Morbido, notorialmente lagnoso, col viso solcato dalle lacrime?

E soprattutto, solo ieri ho scoperto il significato finora oscuro della chiazza azzurra in basso a destra: è un certificato medico per lo Scricciolo. Per farlo rientrare all'asilo.

Nessun commento: