mercoledì 6 luglio 2011

Per il momento, tutto qua

...
Da quando è finita la scuola, Piccoloprincipe sta a casa con i nonni, e direi che se la spassa alla grande.

Senza i due molesti nanipiccoli tra i piedi, è libero di disegnare lasciando in giro i pennarelli (tanto nessuno li ciuccerà), di giocare con le biglie su superfici di altezza inferiore al metro (tanto nessuno le ingoierà), di mangiarsi un ovetto kinder in santa pace senza doversi nascondere (tanto nessuno tenterà di sottrarglielo): ok, diciamolo, la vita del primogenito per certi versi è uno schifo.

Soprattutto, però, Piccoloprincipe si gode il magnifico terrazzo della mia vecchia casa, scorrazzando libero, sporco e felice. E scoprendo nuove forme di socialità.

"Mamma, sai che ho conosciuto un signore sul terrazzo?"
"Un signore? E dove?"
"Lì, su quell'altro terrazzo... dove c'è quella camisa a righe."
"Ah... e che vi siete detti?"
"Io gli ho detto il mio nome e quello dei miei fratellini, e lui mi ha detto che si chiama Vino (ahem). E' un signore come NonnoZino, però più anziano. Poi mi ha detto zao."

Ho sbirciato un po' sul balcone di Vino, dopo un po' l'ho visto uscire ad innaffiare i fiori: sembrava Babbo Natale, strano che Piccoloprincipe non abbia notato la somiglianza.

E intanto mi arrovellavo: glielo devo dire che non si parla con gli sconosciuti? Che in giro è pieno di pericoli, che non ci si deve fidare delle apparenze, che un bambino deve fare attenzione, che il mondo è brutto e cattivo?
O gli lascio questa sua luminosa ingenuità, questa fiducia trasparente verso gli altri, questo suo universo ancora intatto fatto di persone buone e di incrollabili certezze?

"Mi raccomando, Piccoloprincipe, se rivedi Vino sul terrazzo sii sempre educato e non dargli troppo fastidio".

Per il momento, tutto qua.

2 commenti:

Slela ha detto...

Anche mia figlia nel week-end, appena può, scappa dai nonni, per gli stessi identici motivi che hai elencato!
Riguardo al tuo dubbio, io inizierei ad accennargli il problema sconosciuti, il mondo è troppo pericoloso secondo me.

gemini ha detto...

Slela, quanto vorrei che tu avessi torto.