mercoledì 16 novembre 2011

Quelle vite preziosissime, quei fili troppo fragili

Ci sono post che non vorresti mai scrivere, ma che non puoi fare a meno di scrivere.

Perché un tuo collega, lunedì mattina, è arrivato in ufficio con gli occhi lividi di pianto, e ha raccontato che un bambino, compagno di scuola di suo figlio, non c'è più. Il fratello maggiore aveva lasciato le chiavi attaccate al motorino, lui le ha viste, e ha voluto mettere in moto: il motorino si è impennato, lui è caduto e ha battuto la testa. E non c'è stato niente da fare.

E allora è come se tutto si fermasse, raggelato dall'incredulità, dall'orrore, da un dolore sordo che ti mangia il cuore.

Pensi a quella piccola vita spezzata.
Pensi a quei genitori che non conosci, spezzati anche loro.
Pensi, come sempre, a lui.

E pensi, inevitabilmente, anche alle TUE tre piccole vite, quelle che sono il tuo tutto.

A quella volta in cui Piccoloprincipe era uscito dal cancello dell'asilo, quell'unico istante che lo avevi perso di vista, e fuori c'erano le macchine che correvano. E poi l'hai chiamato forte, e lui è rientrato.
A questa estate, quando lo Scricciolo è caduto dal seggiolone, e ha battuto la testa. E poi ha smesso di piangere e ha ricominciato a correre.
Alla settimana scorsa, quando il Morbido si è messo in bocca il tappo di una bottiglia, trovato chissà dove. E poi ha sorriso e lo ha tirato fuori.

Pensi a tutte quelle ore al giorno in cui non li vedi, in cui ti affidi, in cui speri.
E anche a quelle in cui li hai sotto gli occhi, che tanto la tua presenza non ha mai intimorito nessuno, figuriamoci la sorte.

Pensi al destino, pensi a Dio, pensi che non lo sai, pensi che moriresti.

E poi, pensi che a tutto questo non ci puoi pensare, perché se continui a pensarci, smetti di vivere.

1 commento:

gemellina ha detto...

Non ci sono parole... quando senti queste notizie, tutto il resto passa in secondo piano, tutto sembra veramente unutile tranne le persone che amiamo e che sono il nostro tutto!!! Di colpo si ristabiliscono tutte le priorità della nostra vita... un abbraccio