martedì 20 settembre 2011

Non li portiamo

...
Perchè è vero che quando si fa una certa non vedo l'ora che vadano a letto.

Ma poi, altre volte, penso che vorrei tre piccoli portachiavi, da portarmi sempre dietro, fatti così:

- uno tondo, a forma di "facciadiMorbido", con gli occhi giganteschi e le guance che quando le strizzi esce il labbrino
- uno minuscolo e guizzante, e dello Scricciolo mi bastano quegli occhietti che gli si accendono di furbizia, quando trama qualcosa e trattiene un sorriso... ma poi il sorriso gli scappa lo stesso, ed è immenso
- per Piccoloprincipe anche solo la voce, che è argento puro, un fiume ininterrotto, mutevole, immaginifico e variopinto. ecco, magari a qualche decibel in meno della versione originale.

Ma volevo dire un'altra cosa.

Che domenica c'è questo battesimo, e i nanipiccoli non li portiamo.
E a me dispiace un sacco.

Le ragioni di YY sono sacrosante: è meglio per loro (che se ne staranno coccolati dai nonni evitandosi tutto lo stress di messa-pranzo-post pranzum et cetera), è meglio per gli altri (ah, non lo sanno che grana che si sono evitati) ma soprattutto - e diciamolo - è meglio per noi, perché è chiaro che staremo ben più tranquilli, e magari una volta tanto un pranzo al ristorante ce lo godremo pure.

Epperò.

Io non sono una mamma-cozza, o almeno non più. Non sto affermando che sono figa eh, dico solo che non credo che i miei figli mi debbano sempre stare attaccati come piccoli mitili al loro scoglio. Insomma, se il posto o l'occasione non sono adatti, non li porto, e stop. Tanto poi ce li andiamo a riprendere eh!

Mapperò.

Penso che un battesimo non sia proprio proprio inadatto a loro, insomma, non come una serata in discoteca o una bevuta al pub.
Penso che al ristorante c'è un bel prato, che avrebbero potuto correre.
Penso che in jeans e camicia sarebbero stati proprio carini.
Penso che ci saranno tanti bambini, e loro ci avrebbero giocato insieme.

E lo so, lo so, che nessuno ne ha tre, nessuno ha due gemelli, nessuno li ha di quest'età di mezzo in cui non sono nè piccole amebe immobili nelle loro culle, nè autonomi ragazzini auto-intrattenentesi.

Lo so.

Epperò. Mapperò.

4 commenti:

tris ha detto...

Epper Mapperò fatelo dire cara. Fai bene. Mangerai, seduta serena, chiacchiererai con tutti di tutto senza essere interotta, tornerai a casa calma felice pronta a spupazzarteli ben benino il resto della giornata!

Slela ha detto...

Alla fine si stancano sempre, fanno i capricci, danno da matto, fanno scene isteriche. Finisce sempre così. E pensa se piovesse.
Faranno vita sociale quando saranno più grandi.

gemellina ha detto...

Se fossi al tuo posto, mi farei le tue stesse paranoie mentali... in più alla fine mio marito mi obbligherebbe a portarceli dietro perché "lavoriamo tutta la settimana e almeno nel weekend è giusto stare con il bimbo/i!!!" Detto questo, secondo me, fai benissimo a lasciarli a casa coi nonni. Trascorrerete una giornata tranquilla e tornerete a casa pronti a godervi i vostri cuccioli!!! un abbraccio

gemini ha detto...

vedo che le trismamme sono tutte unite su questo fronte, chissà come mai ;-)

@gemellina, mio marito è il contrario del tuo... se può, non si fa scrupoli!

e comunque, se non si fosse capito, almeno Piccoloprincipe ce lo portiamo eh! riteniamo di riuscire a gestirne almeno uno... poi vi saprò dire.