mercoledì 21 settembre 2011

E io volevo ballare

...
Avevo detto che vi avrei raccontato anche del primo giorno di scuola di Piccoloprincipe.
Come al solito sono inaffidabile, ma stavolta ho fatto bene.
Perchè sul primo giorno, in effetti, non è che ci fosse molto da dire: per lui è il secondo anno di asil scuola matern scuola dell'infanzia, e abbiamo ricominciato molto tranquillamente, senza grossi turbamenti.

Ma è l'evoluzione che è interessante.
 
I miei lettori più assidui e attenti (rido) ricorderanno qualcosa dell'altalenante rapporto di Piccoloprincipe con la scuola; nel caso, potete rinfrescarvi la memoria qui.

E quindi, com'è doveroso, facendo un po' la vaga (immaginatemi pure che guardo in su e fischietto) ogni pomeriggio gli chedo: "Com'è andata all'asilo?" - confesso, con lui dico ancora ASILO.
  • Primo giorno: "Benissimo! Sono stato talmente bravo, che la maestra mi ha fatto fare l'incaricato!" (ndT: è dell'incaricato l'ambito compito di distribuire gli zainetti ai compagni all'ora della merenda)
  • Secondo giorno: "Così così"
  • Dal terzo giorno in poi: "Non mi ricordo"
Che poi, adesso che va in piscina e che ho modo di osservarlo più a lungo in un contesto "di gruppo", lo vedo com'è lui: entusiasta, mobilissimo, affabulatore.

Affabulatore, sì, perchè ogni qualche minuto si avvicina in scioltezza agli altri bambini, che li conosca o no, e comincia a raccontare: e parla, parla, parla non so di che cosa, e tu vedi quest'altro bimbetto che se lo guarda e pensa: ma com'è interessante questo bambino. Oppure, quant'è buffo. O anche, questo è un po' matto.

E allora me lo immagino anche in classe, il piccolo sovversivo. Che deve fare le sue cose e argomentare di altissimi sistemi (ultimamente: fogne e Tevere, ma ci sono stati anche pompieri, dinosauri, vulcani, pianeti, ladigestione) e non vorrebbe proprio essere disturbato. Che ha la sua strada, lui, e la persegue con determinazione.

"... dài, non può essere che non ti ricordi. Che è successo?"
"..."
"Prometto che non mi arrabbio"
"E' quando dovevamo stare tutti seduti a cantare la canzone..."
"E... ?"
"E IO VOLEVO BALLARE"

8 commenti:

franci ha detto...

giuro appena finito di leggere ho cominciato a ridere e sto ridendo ancora adesso che scrivo ....pero' se ci penso bene cè poco da ridere .... cacchio quella che ora chiamano scuola dell'infanzia dovrebbe tornare a essere l'asilo!!! e se i bambini han voglia di ballare dovrebbero farli ballare ...son bimbi cacchiolina ...

mi hai fatto venire in mente le maestre di mio nipote (secondo anno di ASILO) compito: disegno ...e lui disegna un sole blu ....bè per fartela breve il suo disegno non è stato attaccato al muro perchè era sbagliato ...il sole doveva essere giallo ...ma stiamo scherzando????

tris ha detto...

Ecco allora non devo leggere più i tuoi post dall'ufficio....appena finito di leggere ho cominciato a ridere e ridere e i miei colleghi mi guardavano esterefatti. I bambini sono incredibili!!Comuqnue, sono d'accordo con franci... mi sembra che li limitino sempre di più questi poveri bambini... in tutto. Nel movimento nella creatività nella fantasia... Mah... Questa del sole blu è una cosa da matti!!

gemini ha detto...

Leggevo giusto ieri sul blog di Claudia ("La Casa nella Prateria", credo la conosciate tutte!) della sua esperienza in una scuola montessoriana in Francia. Beh, se qui avete riso, lì vi verrebbe da piangere, per quanto di bello stanno facendo e quanto noi siamo lontani anni luce :-(

franci ha detto...

mmm vado a leggere giusto per rendermi conto di quel che ci perdiamo...

Laura ha detto...

anche a mio figlio alla materna una volta sul disegno gli hanno scritto: "hai sbagliato la consegna dovevi colorare di viola" lui invece la melanzana la vedeva verde ;-)

comunque alla materna giocano molto però gli insegnano anche tante cose e certe regole, certe consegne, devono rispettarle... io sono molto contenta del sistema di oggi per la materna, quando andavo io giocavo tutto il giorno... alla fine era poco più che un parcheggio, invece ora sono molto stimolati, seguiti... W la scuola materna!!!;-)

gemellina ha detto...

troppo forte il tuo bimbo!!! certo che a leggere certi racconti della materna, mi viene un po' di timore per quando ci dovrà andare anche il mio (che poi non so ancora se sarà l'anno prossimo o il successivo!!!) un abbraccio

momincoffeebreak ha detto...

ha ragione pure lui eh. amoreeee

francesca r. ha detto...

ops... il commento sopra ero io... non so perchè mi è venuto anonimo!