venerdì 10 giugno 2011

Come fai con tre?

...
Da circa un anno e mezzo è la domanda più ricorrente, dopo l'irritante “quando la fate la femminuccia?”.

Ebbene sì, il solo fatto di avere tre figli, e che gli stessi siano ancora vivi e mediamente in buona salute, mi rende agli occhi di alcune primipare una specie di esempio, una capace di girarsi i bambini sul dito mignolo, di incastrare alla perfezione impegni e orari, di soddisfare brillantemente le di tutti esigenze.

Inutile dire che è un’impressione totalmente sbagliata.

Intanto, non va trascurato il fatto che due terzi della prole sono arrivati contemporaneamente, quindi non ho avuto poi tutto questo tempo per accumulare mammesca saggezza.

In soldoni, ieri ero (anche io) una neomamma angosciata dalla paura quotidiana di rompere il bambino, e il giorno dopo magicamente ero diventata l’esperta genitrice di tre placidi fantolini.
Ieri ero quella che impazziva dietro le paturnie del primo figlio, e oggi mi trovo spesso a disquisire del wonderful world of the babies nell’incongruo ruolo di "quella che lo sa".

Ok, dove voglio arrivare con tutto questo bel preambolo?

Alla seguente, inoppugnabile, definitiva affermazione: care mamme giovani e inesperte, se vostro figlio dorme ancora nel lettone, se si sveglia n volte a notte, se non mangia le verdure, se morde gli altri bambini, se a tredici mesi ancora non cammina e a diciotto ancora non parla, se è troppo vivace che proprio non gli state dietro, se ha pochi denti per la sua età, se ha troppi denti per la sua età, se non vuole andare all’asilo, se vuole stare sempre in braccio; se, insomma, è un bambino che fa il lavoro suo, io sono davvero molto felice di chiacchierarne con voi da pari a pari, perché buona parte di queste cose le hanno fatte – e le fanno – anche i miei: ma non chiedetemi per favore MA TU CON TRE COME FAI? aspettandovi la soluzione geniale, la risposta che vi lascerà a bocca aperta, il guizzo da maestra: restereste deluse.

Perché io in genere a questa domanda non so proprio cosa rispondere, visualizzo agghiacciata il delirio che regna nella mia casa e nella mia vita e dico che… faccio, e basta, e i risultati non sono sempre entusiasmanti.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao! Anche a me chiedono spessissimo come fai con tre? e Quando fate la femminuccia?
Alla prima rispondo come te, faccio e basta, quando ne avevo uno ero molto più imbranata oggi con tre certe volte 4 perchè ci sono sempre amichetti che si aggiungono, devo dire me la cavo abbastanza.. tralasciando l'ordine e qualche urlo di troppo per farmi ascoltare!!! Se devo fare qualcosa me li carico in macchina e si va. Tutti insieme!!!
Quanto alla feminuccia sorrido.. mi piacerebbe avere un altr bimbo (ma non lo dico troppo in giro che mi prenderebbero per matta) e se fosse una bimba sarei felice!!!
Tris di www.trismamma.blogspot.com

Slela ha detto...

Mi ritrovo esattamente in quello che hai scritto.
Parola per parola.
Soprattutto nel "visualizzo agghiacciata il delirio". Ipse dixit.

Alice ha detto...

è che la gente non si fa mai i ca..pperi propri.
Se ne hai uno, e il secondo?
Se hai un maschio, e la sorellina ?
Se non ne hai, e allora voi, figli niente?
Se ..ne andassero un pò a spasso eh!
Scusa ....giornataccia.

gemellina ha detto...

Ciao, ti leggo da un pochino anche se non ti ho mai commentato. Mi ha colpito il tuo profilo perché anche io sono una gemellina, una e tante, perennemente inquieta e insoddisfatta. Sono mamma di un cucciolo di 1 anno e 5 mesi quindi appena più piccolo dei tuoi gemellini. Scusa il lungo preambolo, sono d'accordo con te. La gente non si fa mai gli affari propri. Il peggio era quando chiedevano "quando fate un bambino?" e non riuscivo a rimanere incinta!!! un abbraccio

gemini ha detto...

@tris allora abbiamo un'altra cosa in comune... ma hai ragione, non diciamolo a nessuno!
@slela :-)
@Alice mi dispiace per la giornataccia... passata?
@gemellina, grazie di leggermi e grazie per il tuo primo commento... e tra tutte le domande inopportune quella che hai detto tu è senz'altro la peggiore!